DESIGN – Il ritorno delle cementine

Scopriamo insieme questo materiale tornato molto in voga.

La cementina è il risultato di un impasto di acqua, cemento bianco, polvere di marmo, coloranti naturali e polveri di minerali duri. Tale impasto viene colato in forme che danno vita ai decori, e poi vibrato e pressato.

Il suo punto di forza è innanzitutto il formato ridotto (in genere 15×15 cm o 20×20 cm), che ne permette una posa semplice, con la realizzazione di infiniti motivi decorativi geometrici o floreali, e combinazioni di colori.

La sua storia ha inizio tra la fine dell’’800 e i primi anni del ‘900, quando veniva prodotta in varie zone d’Europa e divenne un simbolo grazie all’ampio utilizzo nelle decorazioni delle nuove architetture contemporanee, o nelle ristrutturazioni dei pavimenti negli edifici dei secoli precedenti.

Un amante di questo materiale fu Antoni Gaudì, che lo utilizzò ad esempio nel pavimento di Casa Milà, il cui motivo è richiamato nella pavimentazione del Paseo de Gràcia di Barcellona.

Antoni Gaudì_c2pproject

Negli anni le cementine non sono mai scomparse, attraversando fasi alterne di successo, utilizzate non solo nelle abitazioni ma anche in negozi e showrooms, fino all’attuale ritorno con innovativi perfezionamenti tecnico-produttivi.

Sono adatte a diversi utilizzi, sia a pavimento che a rivestimento, dagli ambienti più moderni e industrial-style a cui donano un tocco “vintage”, agli interventi di recupero.

La collezione Azulej di Patricia Urquiola per Mutina, con una grande varietà di pattern colorati, permette numerose combinazioni, andando incontro ai gusti di tutti. Si può decorare un intero pavimento, così come solo una porzione di esso o di una parete.

Azulej_c2pproject

Sono numerose le ditte produttrici di cementine o di ceramiche ispirate a queste. Tra le tante vi proponiamo l’italiana Fioranese Ceramica (www.fioranese.it).

Un ampio decoro vintage può dare un tocco in più ad un ambiente semplice e moderno; si può giocare con i contrasti accostando una porzione decorata ad un’altra a tinta unita; oppure si possono definire solo alcune zone, ad esempio con un “tappeto” di cementine in corrispondenza del tavolo da pranzo.

Fioranese_c2pproject

Le cementine sono di grande effetto scenografico non solo da sole, ma anche in abbinamento ad altri materiali. Un esempio è il pavimento con piastrelle esagonali accostate al legno nella sala da pranzo dell’antico edificio industriale recuperato e trasformato in una moderna casa accogliente dalla designer Paola Navone a Spello, in Umbria.

Paola Navone_c2pproject

Infine, due suggerimenti per riutilizzare in modo originale vecchie cementine scovate in casa o in qualche mercatino:

– Accostate e incollate a un supporto possono diventare il decorativo ripiano di un tavolino.

– Una singola cementina può essere utilizzata come un colorato e resistente sotto-pentola o sotto-bicchiere.

3 pensieri su “DESIGN – Il ritorno delle cementine

  1. Gentile DESiGN sto realizzando una stanca con le cementine originali , ma non riesco a capire che battiscopa mettere , mi potrebbe dare un consiglio grazie

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...